Contatto

P. Thomas Plappallil
Pfarrei Knutwil
Chelerain 1
6213 Knutwil

         

Tel         041 921 13 88
Email     pfarrer.knutwil@bluewin.ch

          

Homepage

www.malayalees.ch

Indiano

Il  fedeli di rito siro-malabarese (Kerala, India) sono gestiti da sacerdoti indiani che lavorano in una parrocchia territoriale.

       
         

a) Quanti sono gli Indiani in Svizzera

Si può presumere che gli Indiani in Svizzera siano 14.000, se vi si comprendono i naturalizzati e coloro che detengono un'altra cittadinanza di Stato. Molti di loro hanno lavorato in Germania ed Austria nel settore sanitario e si sono naturalizzati in quei Paesi, poi trasferitisi in Svizzera come Europei, per le migliori condizioni di lavoro.

       

b) Chi sono gli immigrati indiani in Svizzera?

In tempi più recenti sono soprattutto accademici (informatici, medici) e studenti. L'immigrazione più anziana, che è arrivata ormai alla seconda generazione, lavora quasi esclusivamente nell'ambito sanitario. Almeno due terzi di tutti gli Indiani in Svizzera provengono dal Kerala (India meridionale) e sono in maggioranza cristiani siro-malabaresi.

        

c) Cos'è la Chiesa siro-malabarese?

La Chiesa siro-malabarese conta 4 milioni di membri che si trovano soprattutto nello Stato federale del Kerala (India meridionale). La Chiesa è unita a Roma e gode della piena appartenenza ecclesiale, pur praticando una propria tradizione (diritto canonico, liturgia e spiritualità, che hanno ripreso elementi della cultura indiana).

         

d) Come funziona la Chiesa siro-malabarese in Svizzera, e come vengono integrati i sacerdoti indiani attivi in parrocchia nella pastorale siro-malabarese?

In Svizzera lavorano ca. 30 sacerdoti indiani, attivi in parrocchia. Secondo il P. Thomas Plappallil, amministratore parrocchiale a Knutwil (LU) e coordinatore nazionale benevolo della pastorale siro-malabarese in Svizzera, sono dieci i sacerdoti indiani in Svizzera ad essere autorizzati a celebrare nel rito siro-malabarese. Quasi tutti aiutano benevolmente la pastorale siro-malabarese accanto alle loro mansioni nella pastorale parrocchiale o come studenti sacerdoti.

         

e) Cosa fa il coordinatore nazionale volontario?

Coordina le S. Messe per tutto il territorio nazionale, e in caso di celebrazioni solenni soprattutto gli ausiliari delle Confessioni. Organizza inoltre le giornate di ritiro spirituale e il pellegrinaggio nazionale ad Einsiedeln. Egli riunisce a scadenze regolari i sacerdoti siro-malabaresi, i giovani e i presidenti dei Consigli pastorali dei vari luoghi ove viene celebrata la S. Messa. Inoltre pianifica la festa di San Tommaso (3 luglio) e la festa di Sant'Alfonsa.