Contatto

DELEGACION NACIONAL MISIONEROS DE LENGUA ESPAÑOLA
(National-Delegation der Spanischsprachigen Missionare)

Don Miguel Blanco Perez
Coordinateur national
Chemin des Lilas 8
1700 Fribourg

Tel/Fax:    026 322 85 80

Email         d.miguel@bluewin.ch

 
  
MISION  CATOLICA ESPANOLA de Lausanne
P. Tomàs Gonzalez
29, rue de Beau-Séjour
1003 Lausanne
Tel: 021'312'57'17
  
MISION CATOLICA DE ESPANOLA de Genève
P. Hilario Provecho
18, rue Général Dufour
1204 Genève
Tel: 022'328'80'60

Spagnolo

Per i fedeli di lingua spagnola ci sono 16 missionari a tempo pieno e 5 a tempo parziale attivi in 17 missioni.

       

        

Informazioni di base sul coordinamento delle missioni ispanofone e situazione nel Paese di provenienza

        

Sviluppo dell'immigrazione
in Svizzera

Dati relativi al Paese d'origine
(Spagna – Wikipedia Stato 2011) 

  • Abitanti                                  47,1  mio
  • Quota di cattolici                     92 %
  • PNL per abitante                     $ 29'689  ( CH  $ 69'838 )
  • Tasso di disoccupazione          20.9 %
           

Storia della missione e migrazione 

In Spagna l'emigrazione cominciò già nel 19° secolo, soprattutto verso l'America latina. Nel 1940-1950 ci fu una grande ondata di migrazioni all'interno della Spagna verso il Settentrione, dove era cominciata l'industrializzazione. Dopo questo flusso migratorio interno al Paese cominciò l'emigrazione verso la Francia, la Germania, la Svizzera e l'Olanda.

I primi immigrati dalla Spagna arrivarono a Ginevra nel 1957. Migliaia di loro disponevano di un contratto da stagionale in Svizzera tedesca e francese. Dapprima furono organizzate S. Messe in spagnolo, la prima nella parrocchia Guthirt a Zurigo e più tardi nella parrocchia di Sant'Antonio sempre a Zurigo. Nel 1960 fu creata a Ginevra l'Association de la Mission catholique de langue espagnole, riconosciuta dal Cantone. Nello stesso anno sorsero le missioni a Zurigo e Berna. Nel 1958 la pastorale degli Spagnoli fu estesa alla regione di Losanna. Nel 1959 un cappuccino assunse la responsabilità pastorale per gli Spagnoli nella regione di Lucerna. Francescani e Marianisti fecero la pastorale a Friburgo. Nel 1962 si aggiunse Basilea Città e nel 1964 Basilea Campagna; nel 1965 Baden e nel 1967 Olten, Aarau nel 1974 e Nyon nel 1975. Nel 1980 la Svizzera contava 170.000 Spagnoli. Con la crescita economica della Spagna molti di loro sono tornati in patria. Oggi vivono ancora ca. 70.000 Spagnoli in Svizzera, a cui vanno aggiunti molti ispanofoni latinoamericani.

         

Singole attività del coordinatore nazionale

Le missioni ispanofone sono suddivise in 3 zone, di cui ognuna organizza ad intervalli regolari incontri con i missionari e i collaboratori pastorali. Nel Consiglio nazionale di coordinamento è presente un rappresentante per zona. Questi organizza ed accompagna assieme al coordinatore nazionale la formazione continua dei missionari e dei collaboratori pastorali, la catechesi per gli adulti ed i seminari per i catechisti. Inoltre vengono proposti esercizi spirituali agli operatori pastorali e organizzato il pellegrinaggio nazionale ad Einsiedeln.