Contatto

Koordinationsstelle der
Polenmissionen

    

Krzysztof Wojtkiewicz
Ch. des Falaises 12
1723 Marly

   

Tel/Fax  026 436 44 59
Email     pmk@surfeu.ch

           

Homepage       

www.polskamisja.ch

Polacco

8 sacerdoti a tempo parziale ed un coordinatore si occupano della pastorale dei fedeli di lingua polacca.

Sacerdoti polacchi attivi in parrocchia dovranno essere maggiormente inseriti nella pastorale specificamente polacca.

       

       

Informazioni di base sulla comunità di lingua polacca e situazione nel Paese di provenienza

         

Sviluppo dell'immigrazione
in Svizzera

Dati del Paese d'origine
(Polonia – Wikipedia Stato 2011) 

  •       Abitanti                                    38,2 mio
  •       Quota di cattolici                       95 %
  •       PNL per abitante                       $ 12'300   ( CH  $ 69'838 )
  •       Tasso di disoccupazione            9.6 %
          

Storia della missione e migrazione

Una prima ondata migratoria dalla Polonia in Svizzera ha luogo alla fine della seconda guerra mondiale. Su iniziativa del Prof. P. Bochenski OP (Friburgo) fu costruito nel 1950 il centro pastorale polacco di Marly (Friburgo). Un ulteriore movimento migratorio fu quello a ridosso del colpo inferto al movimento Solidarnosc nel 1981. Conseguentemente la missione polacca fu ampliata nel 1989 con un secondo centro pastorale a Zurigo. I due centri pastorali di lingua polacca furono fusi in uno il 1° luglio 2007. Da allora la migrazione polacca in Svizzera è di nuovo visibilmente cresciuta. Devono essere sollecitati maggiormente per la pastorale polacca quei sacerdoti polacchi attivi in parrocchia.

         

Offerta pastorale e situazione

Il centro pastorale polacco comprende tutta la Svizzera. Ogni domenica vi si celebrano S. Messe tra le ore 12 e le 14. Il missionario è coadiuvato nella sua attività pastorale da sacerdoti polacchi attivi in parrocchie svizzere e da vari studenti sacerdoti durante il loro tempo libero. Per promuovere la collaborazione con le parrocchie locali, due sacerdoti polacchi a Ginevra e Losanna sono ingaggiati in parrocchia e sostengono a tempo parziale la comunità polacca locale.

Le S. Messe si svolgono in 20 luoghi diversi in tutte le grandi regioni linguistiche. In ognuno di questi luoghi esiste un consiglio pastorale che delega uno dei suoi membri nel consiglio pastorale nazionale. In ogni luogo esiste inoltre un gruppo di lettori, di preghiera e di chierichetti e parzialmente anche dei cori. Molto alto è il numero di confessioni.

Singoli polacchi sono membri dei consigli pastorali della parrocchia. Molti frequentano anche le S. Messe della parrocchia, se nella regione mancano celebrazioni eucaristiche in polacco.

Il missionario dà importanza alla pastorale dei ragazzi e dei giovani organizzando gite, presepi viventi e catechesi. Per gli adulti vengono allestiti esercizi spirituali e conferenze attorno a temi teologici. Una volta all'anno vi sono vari pellegrinaggi, tra l'altro ad Einsiedeln e al Gran San Bernardo. Le feste solenni costituiscono altrettante importanti scadenze, il 3 maggio (festa di Maria Patrona della Polonia) e il giorno di ripristino dell'indipendenza. Il missionario visita – tradizionalmente soprattutto nel periodo delle feste natalizie – le famiglie, le persone anziane e gli ammalati. Pubblica mensilmente una rivista missionaria.