Organizzazione

di migratio

        

migratio è l'Ufficio della Conferenza dei vescovi svizzeri per la pastorale dei migranti e degli itineranti. La sua sede è a Friburgo.

L'Ufficio migratio ha una responsabilità pastorale nei confronti della Conferenza dei vescovi svizzeri, rappresentati dal loro delegato. Amministrativamente, dipende dall'associazione "Conferenza dei vescovi svizzeri", rappresentata dal curatorio.

Come ufficio dotato di propria autonomia è abbinato alla segreteria generale della Conferenza dei vescovi svizzeri.

Gli organi di migratio sono:

a) il Curatorio

b) il Direttore nazionale

c)  la Segreteria

d) le Commissioni (pastorale, sociale, di finanziamento e pianificazione)

e) l'organo di controllo

     

Il Curatorio

1.   Il Curatorio è l'organo di sorveglianza e accompagnamento dell'Ufficio migratio. Lavora su mandato e sotto la responsabilità dell'associazione "Conferenza dei vescovi svizzeri".

2.   Il Curatorio è composto da cinque membri: il presidente nominato dalla CVS, i presidenti delle tre commissioni e il segretario generale della CVS.

3.   Il Curatorio rappresenta migratio dinnanzi a terzi, sorveglia l'esecuzione dei mandati della Conferenza dei vescovi e/o delle Conferenze regionali degli Ordinari, stipula contratti su mandato dell'associazione CVS e sbriga tutte le incombenze che il regolamento non riserva alla segreteria generale della Conferenza dei vescovi.

4.   Il Curatorio allestisce il bilancio dell'ufficio migratio e sorveglia i mezzi finanziari messi a disposizione di migratio.

5.   In ambito budgetario competono al Curatorio l'organizzazione dell'ufficio, l'assunzione dei collaboratori necessari, l'affitto dei locali e l'acquisizione del mobilio.

6.   Il Curatorio può costituire gruppi di lavoro speciali o assumere esperti per l'esame di questioni particolari.

     

Il Direttore nazionale

1.    Il Direttore nazionale è nominato dalla Conferenza dei vescovi svizzeri - su proposta del Curatorio - per una durata di 5 anni. E' possibile la rielezione.

2.    I compiti del direttore nazionale vengono fissati dalla CVS. Sono nominalmente i seguenti:

a)    Dirige l'ufficio migratio sotto la responsabilità pastorale della Conferenza dei vescovi (rappresentata dal delegato per la pastorale dei migranti e degli itineranti). In quanto tale partecipa con voce consultativa alle sedute del curatorio e delle commissioni di migratio.

b)    Salvaguardia le relazioni tra la Conferenza dei vescovi svizzeri e le conferenze episcopali dei Paesi d'origine dei migranti.

c)    Esegue le decisioni e i mandati della Conferenza dei vescovi svizzeri.

d)    Fa proposte per la pianificazione della pastorale e del personale, gli impieghi e le regole di finanziamento per la pastorale sovradiocesana o sovracantonale dei migranti ed itineranti.

e)    Si occupa di accompagnare e sostenere i coordinatori nazionali nell'adempimento delle loro mansioni.

f)     Elabora direttive per le decisioni, prese di posizione, rapporti, sussidi pastorali nell'ambito della pastorale dei migranti e degli itineranti.   

g)    Promuove la collaborazione tra parrocchie e mansioni pastorali per i migranti e gli itineranti.  

h)    E' attivo in istanze ecclesiali, ecumeniche, ecclesiastiche, statali, sociali ed internazionali.

i)     Assume l'attività informativa e pubblica di migratio.

      

La segreteria

1.    La segreteria è condotta e sta sotto la responsabilità diretta del direttore nazionale di migratio.

2.    I collaboratori e collaboratrici della segreteria vengono proposti dal direttore nazionale e nominati dal curatorio.

3.    La segreteria esegue tutti i lavori che scaturiscono dal mandato della Conferenza dei vescovi svizzeri a migratio quale suo ufficio per la pastorale dei migranti e degli itineranti.

     

L'organo di controllo

Le funzioni di organo di controllo vengono affidate a una fiduciaria riconosciuta.